Archivi tag: White Stripes

Bobby Jr. strikes back

Quando ho letto che Padma Lakshmi sarebbe comparsa sul nuovo video di Eels, confesso di aver pensato al peggio. Temevo in una sorta di apparizione strappamutande alla Kate Moss sul video dei White Stripes. Invece, questo qui, è davvero spassoso e del tutto in linea con Mr E (del quale continuo a parlare ma la risposta è no: non prendo nessuna percentuale dalle sue vendite!). Bobby Jr è gran protagonista. Mr E rispetta ed ama molto il suo cane, il quale, a differenza sua, vanta di amicizie importanti come quella con Leonard Cohen, testimone questa foto. Non per nulla lo bacia in maniera molto più appassionata di quanto non faccia con Padma. Bello anche pensare che durante la cena lei dia a lui un libro di cucina esotica e lui in cambio gli porga la più disgraziata delle autobiografie. 

Mr E al 1000%, enjoy.

PS. Per due giorni che sono stata in Italia, è piovuto incessantemente, era freddino. Ci sono pure state due scosse di terremoto. Oggi, mentre salivo sull’aereo di ritorno, sentivo, alle mie spalle, una gioranta di sole estivo farmi marameo. E’ un segno, come mi insegnano i rastafarians: nulla accade per caso. Il succo della morale è: l’autunno non è nient’altro che uno stato d’animo. E se invece fosse: non tornerò mai a vivere in Italia. Sì, forse era questo ma dopo 4 giorni di totale assenza di sonno, i succhi diventano fintroppo gastrici per capirci qualcosa. 

22 commenti

Archiviato in Uncategorized

“Solo” Jack & it will get loud!

jack2006Notizia flash: si chiama Fly Farm Blues il primo singolo solista di Jack White, in uscita il 14 agosto con il film “It might get Loud“. Il singolo lo sentiremo tutti ma per il documentario di Davis Guggenheim dovremo aspettare ancora un po’, o volare in Germania o in America (io pregherò per un press screening qui a Londra). Jimmy Page, Jack White e The Edge, due leggende del rock e uno dei chitarristi più sopravvalutati del nostro secolo… E vabò, the Edge mi sta pure molto simpatico, ha fatto cose apprezzabili e influenzato milioni di bands ma non ho mai trovato nulla di geniale nella sua chitarra per poterlo mettere a fianco di due mostri sacri come Page e White. Nel film The Edge spiegherà anche come pigiando una pedaliera e facendo un facilissimo arpeggio in loop, riesca a ricavare almeno una ventina di canzoni e quel suo suono distintivamente uguale. Sarà comunque fantastico vederli jammare tutti e tre insieme, sentirli parlare, scambiarsi consigli… Il singolo di Jack, che dal titolo ci fa presupporre a un bel blues-brividone dei suoi, potrebbe presagire a un intero album solista. Chi lo ferma più a quest’uomo? Intanto aspettiamo impazienti anche il nuovo album dei White Stripes. Ah, per la croncaca, se qualcuno avesse letto qualche giorno fa sul “Corriere della Sera” l’articolo di Sandra Cesarale: “I White Stripes si sciolgono” a sei colonne con tanto di sottotitolo a rinforzare la notizia: è una bufala che non ha nessun riscontro da nessuna altra parte del mondo, nemmeno nel “Q magazine” da cui la giornalista ha ricavato l’intero articolo. Di fatto anche l’autrice la smentisce all’interno del pezzo. Metterei il link ma non lo trovo più: che si siano accorti della cazzata fatta? Ricordiamo comunque, a difesa della Cesarale, che i titoli non li scrivono né decidono MAI i giornalisti. 

Però se ci pensate è un po’ come se domani scrivessi un pezzo che mi intitolano: “il Papa lascia il Vaticano”. Sottotitolo: “Trovato sotto il Golden Gate da un Vescovo inferocito, Ratzinger negava la sua identità e duettava un brano di Dylan con i nuovi amici hippie”. Poi nell’articolo smentisco tutto tre righe più in là, dicendo che Ratzinger è in realtà a San Francisco per un seminario su “Santa Maria Maddalena Addolarata Antiabortista”. Intanto però attraggo l’attenzione di tutti. Che figata. 

E dopo questa parentesi… fateci vedere “It might Get Loud”, please! La dose del trailer non ci basta, give us some more!

14 commenti

Archiviato in Uncategorized