Archivi tag: Grinderman

La sagra della barba

Eppure il barbone di Josh T. Pearson mi era sfuggito. Ammetto che prima di averlo visto lunedì scorso alla Queen Elizabeth Hall, non sapevo nemmeno esistesse (grazie Myriam!). Anche la sua precedente band, Lift to Experience dicono fosse niente male ma dopo l’acclamato debutto The Texas-Jerusalem Crossoroads si sono sciolti e i motivi che hanno causato la divisione mi fanno pensare non torneranno mai insieme (c’è di mezzo una moglie morta per overdose durante un tour). E così, il texano Josh, che era voce, chitarra e autore del gruppo, si trova a portare avanti la carriera solista, di venue in venue, qui in Europa dove adesso vive. Innanzitutto l’etichetta, che è già una garanzia, Bella Union e tra gli spettatori l’altra sera c’era un entusiasta Simon Raymonde, ex Cocteau Twins e fondatore della label. Lui si diverte da matti a scovare nuove bands (quasi tutte americane) online, naufragando per i miliardi di profili  myspace. O così mi aveva confessato quando l’avevo incontrato un paio di anni fa in occasione del decimo anniversario dell’etichetta.

La musica di Josh T: Pearson? E’ un country folk molto strampalato ma nel senso buono: quando inizia una melodia non capisci mai dove va a finire. A volte il suo arpeggio mi ricorda le tecniche “shatzu” di chitarra di Leonard Cohen, quando ansiosamente muove le dita a scatti e sorpende le corde nelle posizioni più scomode. Le liriche oscillano tra il profondo-spirituale e il cazzone-andante, tanto che alcuni brani si potrebbero anche definire antifolk. Insomma se vi piace il vecchio zio Hank (Williams, ma a chi non piace?) e siete dei nostalgiconi acusticoni, con l’orecchio teso verso  melodie mai banali, la musica di Pearson fa per voi.  

Ma l’altra sera alla Queen Elizabeth Hall, avremmo assistito all’avvento di un altro barbone doc: Mr Warren Ellis con i suoi luridissimi e geniali Dirty Three. Se volete vederlo dimenarsi come un contorsionista-violinista-alpinista di montagne pentagrammiche, vi invito a clicckare qui per il Rolling Blog

Annunci

14 commenti

Archiviato in Uncategorized