Archivi tag: Avril Lavigne

Nick Cave & Avril Lavigne pussy blues

nick-munroBunny Munro è un porco. Bunny ha solo tre cose in testa: sesso, sesso e ancora sesso. Per questo si chiama così, come un coniglietto fornicatore della duracell: inarrestabile. Bunny gira di casa in casa, per tutta Brighton, vende prodotti di bellezza e sogni confezionati alle malcapitate elencate nella sua lista. Nessuna donna – o quasi –  resiste al suo fascino lurido. Ma Bunny, il dannato, sa che presto dovrà morire.

Nick Cave ha scolpito il profilo del protagonista in modo esemplare: riesce persino a farci simpatizzare con questo mostro disgustoso. A redimere Bunny saranno gli occhi pieni d’ammirazione e amore attraverso i quali lo guarda il figlio, il piccolo Bunny Junior. Ma i pentimenti, si sa, arrivano sempre troppo tardi. Splendido romanzo, ne ho parlato nel pezzo uscito oggi sul Secolo XIX. C’è solo un “ma”: perché tra tutte le giovani celebrità gnocche del pianeta, Nick Cave ha scelto proprio Avril Lavigne come sogno erotico ossessivo?! Perché Cave menziona i genitali della popostar canadese tante volte quante quanto si nominerebbe il sale in un libro di cucina? Dovevo chiederglielo, mi ha troppo scioccata. E troppe altre cose avrei voluto chiedergli, ma purtroppo, da povera pellegrina quale sono, non ho potuto intervistarlo questa volta (veramente non l’ho nemmeno chiesto ma è nella lista di cose da fare prima di morire). Ho comunque avuto la possibilità di dargli una shakerata di mano e scambiarci due battute durante il talk a Southbank. Sbobinando e traducendo:

CM: Prima hai detto di aver costruito il personaggio di Bunny in modo che apparisse come un mostro ma che mantenesse anche caratteristiche di una persona “reale”, così che gli uomini potessero riconoscersi in lui e nel suo modo di ragionare. Soprattutto per quanto riguarda le donne. Ho letto il libro: ti prego dimmi che non è vero…

Nick Cave: Cosa?

CM: Che ogni uomo quando guarda una donna, qualsiasi donna, non fa altro che pensare ai suoi genitali e si eccita subito come un’iguana! (per genitali ho usato l’espressione “nether regions” giusto per fare la garbata)

Nick Cave: Ma quel tizio è un caso clinico! Voglio dire, chi altro si masturberebbe al funerale della propria moglie?! Ma allo stesso tempo c’è qualcosa di reale in lui. Non penso che Bunny sia davvero interessato al sesso, vuole solo fuggire la vita e l’intimità di un rapporto…  per questo pensa spesso alle celebrità: vuole fuggire la realtà.

CM: Sì ma perché, tra tutte, proprio Avril Lavigne?

Nick Cave: Cosa? Non ti piace  Avril Lavigne?

CM: Emmmm…

Nick Cave: What’s wrong with you?!!! (qual è il tuo problema?!!!)

CM: Sentirtela nominare così tante volte… voglio dire, amo la tua musica ma quel nome mi ha causato uno shock, un clash mentale…

Nick Cave: L’hai trovato problematico?

CM: Piuttosto traumatico!

Nick Cave: Sai, Bunny è un tipo ossessivo… comunque sono un po’ spaventato di incontrare qualche fan incazzato di Avril Lavigne…

34 commenti

Archiviato in Uncategorized