Travelling Shoes

Urca! Da quant’è che non scrivo in questo blog? E quanto ancora potrà durare in vista del mio imminente trasloco a ridosso di Portobello road? Mica posso chiamarlo the portobelloroadmassacre. Anzi, mi sa che di questi tempi la parola massacre non va proprio di moda. Che dite, me ne volete a male se lo chiudo? Vedo che i vecchi articoli sono regolarmente letti, forse lo lascio in rete?

Oggi sto scrivendo una storia gonza sulla settimana passata in tour per l’Europa con Jonathan Wilson, in supporto a Tom Petty. E’ sempre stato il mio sogno essere tour photographer. E scrivere un reportage di accompagnamento è davvero stuzzicoso. Ma prima di immergermi di nuovo nel mio masterpiece (!) vorrei segnalarvi un album che mi sta facendo letteralmente impazzire: The Sparrow del neozelandese Lawrence Arabia, alias James Milne. La canzone qui sopra è divertente ma non è certo la migliore, piuttosto è l’unica che ho trovato su youtube. E’ affascinante il modo in cui racconta le sue storie con un humour nero, tagliente, irresistibile. Da vero songwriter d’altri tempi. Il mondo lo conosce per la sua Apple Pie Bed, coverizzata dai più disparati musicisti eppure lui non ha mica smesso di comporre canzoni pop impeccabili. Ma The Sparrow è  ricco anche di momenti tutt’altro che leggeri. In due parole, lo definirei un album perfetto. Agreed?

7 commenti

Archiviato in Uncategorized

7 risposte a “Travelling Shoes

  1. beata te….buon trasloco e stai attenta a non perdere nulla.

  2. Io me ne ho a male. Un pochino. Poi però mi passa.

  3. No! Imperativo! Anche se ci scrivi poco, lascialo aperto sto blog. Se non altro per quanti ( io e chissa’ quanti altri) ti hanno conosciuta qui! Baci, cara Maccasister!😉

  4. Fabrizio (quello di Tom Waits)

    Ciao Sally, negli anni ho continuato a leggere il blog, ma non ho più scritto. Sinceramente per me puoi chiuderlo perché devo dirti la verità: ti preferivo quando facevi un altro lavoro e nei ritagli di tempo scrivevi sul blog di Tom Waits, oggi che sei nell’ambiente tendi a tirartela decisamente di più (guarda dove sono stata, guarda con/a chi ho fatto la foto…) e ormai non parli più molto di musica, ma di te stessa che incontri rockstars. Meditaci. Non mi interessa più leggerti. Grazie per gli anni passati a scriverci su questo blog e su quello di Waits. Buon trasloco e mille auguri. Fabrizio (quello di Tom Waits).

    • Ciao Fabrizio. E’ ovvio che un forum per fans di Tom Waits non è un blog personale… Mi colpisce quello che scrivi e certamente accolgo ogni critica. Finché dici che me la tiro in un blog pazienza, l’importante è non sembrare una che se la tira nei propri articoli (pagati e pubblicati). Molti giornalisti amano scrivere veri e propri atti di masturbazione del proprio ego, potrei fare una lunga lista, nomi e cognomi ma ovviamente sarebbe molto antipatico da parte mia. Io non l’ho mai fatto, neppure su un magazine come Rolling Stone dove molti hanno scambiato il giornalismo gonzo per l’esaltazione del proprio ego (misto all’uso di mille volgarità). Ho sempre e solo scritto cose riferite a me – chi incontro ecc – in funzione dei miei articoli, per raccontare una storia in modo che si possa quasi vedere, insomma, “servo l’articolo”. Su questo non ci sono dubbi, chi mi legge lo sa (e spesso è gentile da dirmelo con messaggi personali).

      Passando per lavoro molte ore davanti al computer ho deciso di investire diversamente il tempo libero e questo blog ne ha risentito, ed è vero, gli articoli di musica qui dentro, appartengono al passato. Se scrivo che sono stata in tour con Ciccio Bistecca non è per fare le figa ma per dire: presto uscirà un articolo e foto di quel viaggio. Chi è interessato, legga.

      Non ho proprio nulla da tirarmela! Sono infinitamente più le storie “con rockstar” che non ho scritto. E mi va benissimo così. Grazie per gli auguri e sempre sia lodato Tom Waits!

  5. ho amato questo blog. raramente qualcuno ha saputo farmi respirare così bene l’aria e la pioggia di londra con le parole

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...