Cure for Pain

Fondamentali, unici e dannatamente innovativi: nessuna band come i Morphine. Perché mai nessuno ha avuto il loro stesso sound: un basso slide con due sole corde, batteria, sax e la voce sexy di Mark Sandman. What the fuck was that? come dice Josh Homme nel trailer qui sopra. Cure for Pain (1993) oltre ad essere un album perfetto (se non lo avete ancora, correte a comprarlo ora, subito, adesso) è anche il titolo del documentario su Sandman, in uscita nel 2011, dopo anni e anni di gestazione. Sandman era uno di quei tipi carismatici, speciali, figo senza sforzo e interessante ogni volta che apriva bocca. La sua idea di togliere due corde dal basso (aveva iniziato togliendone tre!) e suonarlo slide, per quanto mi riguarda, rimane tra le intuizioni più geniali nella storia del rock.

Come tutti i più grandi Sandman  ha vissuto una vita costellata di disgrazie e se ne è andato via troppo presto, collassando sul palco per attacco cardiaco nel bel mezzo di un concerto di fronte al pubblico di Palestrina, nei pressi di Roma. Valerio c’era, ha scattato le foto fino a pochi istanti prima che Mark morisse ed è stato pure intervistato per il documentario, anzi, spero passi di qui a raccontarci… Peccato l’abbiamo tagliato nel cut finale, dammit!

13 commenti

Archiviato in Uncategorized

13 risposte a “Cure for Pain

  1. Un sound inconfondibile. Cure for pain è un disco irripetibile.

  2. Erano davvero molto bravi.
    Per chi li ha amati all’epoca, consiglio di provare ad ascoltare i Menomena, ad esempio “Weird”.

  3. Devo dire che con i Morphine ho dovuto dare ragione a Valerio; restano una band memorabile anche se la loro “formula” a lungo andare secondo me avrebbe mostrato la corda (o le due corde….) ,

  4. che foto straordinarie, e che bello che era. certo che Dio deve avergli voluto davvero bene per chiamarlo a sé nel momento più bello che un musicista può vivere

  5. Premessa.
    Io non posso parlare dei Morphine in maniera razionale.
    Gia’ erano una delle mie band preferite prima del 1999, quando dopo anni che aspettavo di vederli, riuscii a sentirli dal vivo, capite voi cosa puo’ essere successo, dentro di me, dopo aver visto collassare Mark Sandman sul palco davanti a me. Vedere Dana lanciare il sax baritono (mica un’ocarina) per aria e andare a soccorrerlo, ricordare il gesto di uno che sali’ sul palco per dirci, a noi che chiedevamo quando ricominciasse, (convinti i piu’ ottimisti che fosse una messa in scena, i piu’ pessimisti che fosse un malore momentaneo), che Mark era morto.

    Ricordo che passai piu’ di mezz’ora sulle scalette di quel campo di pallacanestro nel parco di Palestrina trasformato in arena concerti con lo sguardo nel vuoto. Poi presi la macchina tornai a Roma, montai la camera oscura nel bagno e sviluppai 2 rullini, come per conservare il momento, convincermi che era tutto drammaticamente vero. Il primo con le due band che aprivano (Malfunk e Narcolexia e 3 foto dei Morphine). L’altro con una sette foto che si interrompe in una striscia tutta bianca dopo l’ultima immagine in cui si vedono i medici inginocchiati, non si vede Mark ma si vede lo slide per terra.
    L’ultima che ho fatto, prima di capire che non era una messa in scena. E smisi di fotografare.

    Spedii le stampe originali alla band, mi ringrazio’, non ci feci piu’ nulla. Mai voluto speculare su un dramma. A dieci anni esatti le ho messe dove le avete viste.
    Jeff (che ha curato il documentario) mi ha trovato, mi ha intervistato e le ha usate per il film. Le foto. Non ho voluto niente.
    L’intervista per fortuna non e’ nel final cut. Gli raccontavo la storia, intervistato nei giardini e in uno degli appartamenti di Barbican, ma il mio accento improbabile, accanto a Josh Homme, Ben Harper, Les Claypool e compagnia suonante sono contento che non ci sia finito.

    Ora aspetto il DVD che mi deve spedire.

    Quanto a Diamond, non hai tutti i torti, Like Swimming era un album decisamente meno efficace, ma The Night, soprattutto la title song e’ un pezzo strepitoso che usci’ postumo e indica chiaramente che le idee non finivano li perche’ Mark Sandman era veramente un genio. La band si stava muovendo fuori dal trio basso/batteria/sax esplorando soluzioni nuove.

    Il post senza Mark e’ triste. Dana ha partecipato a 120mila progetti, Orchestra Morphine e Members of Morphine sono sostanzialmente tributi, Twinemen il piu’ famoso (ma mi ha sempre lasciato perplesso) A.K.A.C.O.D. il piu’ simile ai Morphine, con lo slide bass a due corde nelle mani di Monique Ortiz (l’equivalente femminile, eroticamente parlando, di Mark Sandman) che canta anche, e’ bello ma non ci siamo.

    Invece e’ uscito un doppio CD postumo dei Morphine quest’anno, “At Your Service” back track da completisti, OK, ma se li amate, sentitevelo.

    Mi fermo.
    Bacio a Chiarina!

  6. Unici. Che sound, che gruppo.
    I Twinemen, pur avendone raccolto l’eredità in modo sentito e onesto, non sono stati la stessa cosa.

  7. Generale Lee

    disco strepitoso “Cure for pain”!!!!!!! ………………uno di quei dischi che escono così…………….. e a volte ci sono artisti che cercano di rifarli per un’intera carriera senza riuscirci. FORSE sarebbe davvero stato irripetibile…….grandissimissimissssssimo……….

  8. Wow grazie Valerio era proprio il commento speravo mi lasciassi!

    Vites, ma ti pare lasciare un commetno del genere sul blog dell’anticristo? *faccinastronzablasfemamaconsimpatia*

  9. Maurizio

    Grande post, grandi foto, e prima di questo grandi commenti. Anche quello del Vites stile Vites

  10. I Morphine sono stati davvero strepitosi

  11. linobrunetti

    Grandi, grandissimi Morphine!!

  12. Pingback: Felson

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...