MGMT are not for sell!

Per una volta, vado giù pesante con photoshop. La colpa è del nuovo album degli MGMT, Congratulations (in streaming sul loro sito) pura psichedelia rock. Sono dei grandi, fosse solo perché hanno sfanculato U2 e Coldplay quando gli hanno chiesto di essere gruppo spalla ai loro concerti. E perché quest’album è un po’ assurdo, lontano dall’immediatezza dell’esordio, insomma, ci vuole coraggio. Ma non voglio ripetermi: sul Rolling blog la recensione e galleria fotografica dello showcase londinese.

11 commenti

Archiviato in Uncategorized

11 risposte a “MGMT are not for sell!

  1. si’ son grandi, cupi e trobidi. Forse quest’ultimo lavoro non e’ cosi’ originale ma non vedo l’ora di Maggio, dove li vedro’ live!

  2. dici cupi e torbidi addirittura? Quest’album ha momenti poco originali concordo però ne ha di divertenti… tutto sommato è piacevole e mi piace il loro coraggio nel non vendersi dopo l’ondata di successo di due anni fa.

  3. Non ho ancora sentito un pezzo ma il loro album d’esordio è stato grandioso.
    Sono due piccoli geni di cui sentiremo parlare a lungo.

  4. dario

    pazzi. visti qualche anno fa a milano, prima che uscisse il loro primo album, lì nel palco del rocket non mi piacquero quasi per nulla; erano ragazzini, davvero, con poca verve e poca tecnica e mai avrei previsto – allora – che in futuro avrebbero fatto certe scelte. il disco invece mi colpì subito, si sentiva al contrario dei live la mano di una produzione più esperta.

    e questo disco? al di là dell’apprezzabile scelta kamikaze (sure, we are for losers), mi sembra il classico lavoro che ha il sound, ma non i pezzi. un po’ come, non so, i dischi degli editors: hanno dei bei suoni, ma non hanno i pezzi. kids wanna have fun, forse non a torto.

    d.

  5. Ciao Chiara, come va? Io passo e leggo dal tuo blog, commento meno solo perchè parli sempre di musica e musicisti che non conosco. Ma ascolto e imparo!
    ciao, silvano.

  6. questo album e’ molto ma molto meno immediato… devo sentirlo piu’ di una volta per convincermi che non e’ la mia roba… ma un diamond dog potrebbe amarlo, non capisco perche’ Bowie non viene mai nominato quando la maggior parte della musica di Brooklyn deve tanto al duca bianco.

    di corsa come al solito… bacio

  7. ola! David Bowie? io non ce l’ho sentito mica… secondo me maggior parte del mondo deve molto al duca bianco, vero diamond??

    Ciao Silvano! son contenta che passi a trovarmi🙂

  8. Tra 20 o 30 anni si capirà bene quanto il mondo musicale INTERO deve a David Bowie.
    Sicuramente dopo che sarà morto, quindi spero almeno altri 20 o 3o anni perche mi dispiacerebbe assai……

  9. lo sto ascoltando, non c’è stato il colpo di fulmine come col primo per la mancanza di singoli d’appeal, ma me ne sto invaghendo piano piano, mi piace…

  10. Il primo album l’ho trovato scontato e sopravvalutato, canzonette buone per mettere su l’acqua della pasta. Non ero ben disposta, quindi, al momento di ascoltare il secondo…invece mi sono dovuta ricredere, una miscela psych-pop-rock derivativa quanto basta, ma con la giusta dose di personalità che sa condire bene insieme le varie influenze e che soprattutto sa scrivere pezzi buonissimi. Quante metafore culinarie ho utilizzato, sarà che ho fame😀

    • Benvenuta SiguRos! Dai non tutto il pop viene per nuocere, per me il primo album aveva idee molto carine e non tutte da acqua per la pasta, anche per jogging🙂 pero’ si’ questo e’ altra roba e piu’ l’ascolto piu’ mi diverte: coraggiosi ragazzuoli!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...