The Chris Cacavas Orchestra

photo©Daniel Weisser

Impossibile nominare il nome di Chris Cacavas senza ricordare i paladini del paisley underground Green On Red. Chris suonava l’organo e lo faceva talmente bene che il suo nome è da sempre una benedizione per qualsiasi band che gli chiede di collaborare. Dai Calexico, che ha raggiunto sul palco anche nell’ultimo tour, a Howe Gelb dei Giant Sand. Ma soprattutto Steve Wynn, insieme a lui membro della cult band Danny & Dusty, e col quale è spesso in tour. Mesi fa Cacavas si trovava in uno studio di North London per registrare una session con Jason Molina (che l’ha voluto nel suo nuovo album). E, per farla breve, ho avuto il grande onore di sentirlo jammare. L’ho visto mentre chiudeva gli occhi e le sue mani si facevano strada, veloci, lungo la tastiera, guidate solo da un istinto viscerale. Ho avuto la netta impressione di vivere un momento magico e irripetibile. 

Oggi Chris esce con un album solista,  Love’s Been Discontinued: una piccola perla di alternative music. Erano diversi anni che ci lavorava su ma dopo essersi trasferito in Germania nel 2002, prima di realizzarlo, ha dovuto trovare i giusti musicisti con cui formare una nuova band. Ovvero l’italiano Filippo Costanza al basso e Wieland Rochel alla batteria, tutti gli altri strumenti sono affidati a Cacavas. Musica downbeat, s’intende e un’atmosfera malinconica che accomuna tutti i brani. Malinconica non triste. Dentro c’è folk, rock e cipolle caramellate. Ma anche suoni elettronici alla Sparklehorse e un tappeto di stridenti chitarre acustiche. Sono canzoni che piano piano si insinuano nella testa, delicatamente, per la back-door del cervello, dove l’esile ma irresistibile voce di Chris, si fonde con le sue intelligenti liriche. Sono subito entrata in fissa con il singolo Tell Me Everything: una splendida ballata senza tempo, resa ancora più struggente dal violino di Vicky Brown, amica della sua Tucson, Arizona. Ora invece impazzisco per Who’s your Whore?: l’imprevedibile andamento della strofa e l’ipnotica melodia, mi sembrano una vera e propria genialiata. In Loving Tree e in Angelsterza all’improvviso con la voce, creando intriganti dissonanze. Other Side è una suite perfetta con un bizzarro assolo alla chitarra: mi fa pensare a qualcuno che invece di mangiare, sputa sul piatto cibo delizioso e intatto (lo so, ho bisogno di un bravo psicanalista). Insomma, è uno di quei cd che va giù tutto d’un fiato, onesto e che cresce con ogni ascolto. 

Se volete sentirlo dal vivo, The Chris Cacavas Orchestra si esibirà all’Auditorium di Bergamo domani sera, ovvero sabato 28. Un altro buon motivo per non mancare sarà la opening band, i Lowlands dell’italo-inglese Edward Abbiati, piccolo prodigio di musica indipendente al sapor di folk americano.  Bello no? Sarà un po’ come passare una serata tra l’Arizona, Londra e tutto quello che sta in mezzo. Io non mancherò, così prenderò 10 piccioni con un easyjet.

6 commenti

Archiviato in Uncategorized

6 risposte a “The Chris Cacavas Orchestra

  1. Bellissima rassegna Soffia nel vento, ne ho scritto nei giorni scorsi. Hai citato tutto il mondo di Cacavas, un gran mondo. L’ultimo dei Magnolia è bellissimo, adoro jason molina quanto jeff tweedy. E poi si, i Lawlands sono davvero bravi.

  2. Ciao Maurizio, bello, abbiamo proprio gli stessi gusti🙂

    Forse allora puo’ interessarti la mia intervista molto gonza – Fettucine alla Reynolds – a Molina e Cacavas questo e’ il link: http://www.chiarameattelli.com/Molina.pdf

    E’ stato incredibile vederlo comporre sotto l’ispirazione del momento, pensa che ricordo benissimo la canzone che ha inventato mentre ero in studio (sentita solo una volta ma cosi’ stupenda)… son curiosa di sentire l’album e vedere se e’ sopravvissuta!

    Peccato non ci fossi sabato hanno fatto davvero un grande show sia i Lowlands che Chris..cavolo Chris è un dio alla chitarra, mica lo sapevo mi ha stupita tanto…. grande show. io mi chiedo perché da milano non siano venuti a vederli poi mi hanno spiegato che nessuno da milano va a bergamo.. bha ma perché? sono 30 minuti non capisco!!! poi si lamentano che in Italia non c’è buona musica? bha… unica pecca: non un bicchiere di birra dentro l’auditorium, un pubblico inglese sarebbe sparito nel giro di 5 minuti🙂

  3. Neanche a farlo apposta, “Who’s your Whore?” l’ho scoperto di recente. Non male davvero !
    Chris Cacavas poi e’ una delle personalita’ piu’ sottovalutate della scena indie (nel senso vero del termine) a livello mondiale.
    Saluti da NW London !

  4. Benvenuto Alex! Dici proprio il giusto…

  5. Emiliano

    Ciao Chiara,

    Innanzitutto complimenti per il blog, scrivi sempre articoli molto interessanti e piacevoli.

    Volevo avere un tuo giudizio sui Lowlands live dato che giovedi’ prossimo suoneranno alle Scimmie a Milano e finalmente potro’ vederli sul palco.
    Il loro cd lo sto letteralmente consumando.

    In attesa del prossimo articolo ti saluto con stima.

    Emiliano

  6. Benvenuto Emiliano e grazie mille. Ho recensito sul busca di questo mese, novembre, il concerto dei lowlands al Windmill di Londra😉

    Sabato sera sul palco dell’Auditorium hanno davvero spaccato! Alle Scimmie sono stata solo una volta, forse l’acustica non sarà delle migliori per loro però credo che l’effetto sarà sempre quello di una mandria all’assalto, loads of energy. Se ti piace già il cd posso dirti che live le canzoni rinascono, prendono vita nuova, soprattutto pezzi come ghost in this town, what can I do.. sabato hanno fatto una versione splendida di In Between. e il violino della giacobbe dal vivo ti emozionerà… poi torna qui e fammi sapere se ti son piaciuti!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...