In E’s Dreams

Nei miei sogni. Dove non esiste tempo e spazio, dove puoi raccogliere tutte le prove per capire quelli che sono i desideri profondi, quelli che non intuiresti mai di giorno quando stai seduto a pensare aspettando che un grosso meteorite cada dal cielo e ti squarci la testa riempiendola di verità assolute. L’unica verità che esiste è la certezza di esistere almeno in due mondi, uno fatto di conscio e uno d’inconscio, di tutti gli altri universi paralleli teorizzati del padre di Eels, non c’è traccia nel vissuto. 

Questo è il nuovo singolo: in poco più di tre minuti il video di Mark Oliver Everett dice tutto con un orecchiabile arpeggio di chitarra in loop. Lui davanti allo specchio che si lava i denti e ricorda il “Dog Faced Boy” del “Souljacker”… che cammina per le strade di quella che potrebbe essere una qualsiasi città della Virginia. Che legge il libro delle sue memorie prima di andare a letto, ancora bambino, figlio e padre allo stesso tempo. E l’idea di una donna per sentirsi meno soli anche se si imbroccano strade diverse prima di darsi la mano per  poi risvegliarsi di nuovo, soli.

18 commenti

Archiviato in Uncategorized

18 risposte a “In E’s Dreams

  1. Mondi, tante realtà dentro questi mondi. Non è una tematica nuova per Eels. La fantasia può essere più importante della realtà perchè la può determinare e realizzare. Senza perdersi nei labirinti del sogno, mi sembra che in un qualche modo avesse toccato questo tema anche in Friendly Ghost. Eels è forse l’autore di “canzonette” più importante della nostra era?!?

    A proposito di ere, di altre ere passate, ho visto giovedì scorso gli Steely Dan a Milano…sono rimasto sconvolto, dalla bravura e dal fatto che Fagen non appartiene al nostro mondo, viene da fuori, da un’altra galassia.
    Se vuoi ho scritto un paio di impressioni (quarto o quinto post dall’alto).
    ciao, silvano.

    • francè

      mi inserisco per richiedere conferma che gli steely dan siano ancora vivi e vegeti, anche dal vivo. so’ anni che li ripropongo a gente che mi replica che sono superati. superati un cazzo!

      bello il concerto?

      • Ciao Francè, dal vivo sono meglio che su disco…non ci credo ancora. Mi hanno sorpreso. Adoro Donald Fagen, The Nightfly è stato per me un disco fondamentale, direi di formazione letteralmente, ma avevo dei dubbi sulla loro qualità dal vivo. Credevo che degli arrangiamenti così raffinati, ricercati non avrebbero saputo riproporli sul palco, sarebbe stato un po’ macchinoso, invece, invece…in un contesto live sono perfettamente a loro agio. Su quegli arrangiamenti iper complessi ci giocano e ci improvvisano. Quando Fagen è entrato in scena, barcollante non so se per artrosi, alcool, sostanze misteriose, con quegli occhialoni scuri e si è seduto al Rhodes, non gli avrei dato una lira. Quando poi ha attaccato a suonare mi sembrava di vedere Ray Charles nei Blues Brothers quando suona il piano nel negozio di strumenti musicali.
        Comunque Francè, se ti fa piacere:

        http://31canzoni.blogspot.com/2009/07/steely-dan-milano-jazz-in-festival-9.html

        ciao, silvano.

    • ciao silvano, yep a Eels i sogni gli piacciono parecchio… anche “Trouble with Dreams” è un bel pezzo e vederlo suonare svariate vote in pigiama (compreso al Letterman show) forse è un altro inequivocabile segnale😉

      Credo anche io nella law of attraction, fortemente, fantasia ma anche azione sennò non funziona per farla avverare! Se lo diceva Einstein sarà pur vero no??

      Riguardo Steely Dan ti ho risposto sul tuo blog, ho ammesso la mia orrenda ignoranza, non li cognosco!!! sorry…

  2. lulù

    ecco…
    mi serviva questa cosa per trovare il senso di un giorno di merda.
    E anche pensarti mentre scrivi queste cose, mi fa sorridere.
    E tutto torna.
    Più o meno.

    • Lulù è davvero un giorno di merda!

      dove sei sparito??? Miss you terribly.

    • scusa potrebbe farti ancora più sorridere questa scena: quando ho fotografato eels che mi stava davanti con la barba e gli occhialoni impassibile, ho cercato di farlo ridere in tutti i modi e a un certo punto gli facevo il quiz delle sue nuove canzoni a voce… per me per sempre questa canzone sarà legata a quel momento in cui gli facevo l’arpeggino di chitarra a voce e lui col cavolo che rideva!! però ha riso con gli occhi per un nanosecondo e l’ho fregato hihihihi

  3. Secondo me mi stai prendendo in giro con la storia che non conosci gli Steely Dan🙂
    Comunque se devo fare finta di stare al gioco, allora tu devi giocare e mi devi promettere che se non hai veramente niente di loro, domani ti fiondi in un negozio di dischi (mi raccomando niente mp3 o scaricamenti di alcun genere) e ti compri “The Nightfly” di Donald Fagen, te lo ascolti e lo recensisci. Se non ti dovesse piacere mi dai un indirizzo, anche una casella postale che ti invio una lettera con i soldi che hai speso.
    Io sono stato al gioco, quindi o confessi che hai scherzato, o giochi.

    ciao, silvano.😉

  4. “You go back, Jack, do it again, wheels turning’ ‘round and ‘round…” uno dei refrain più belli di tutti gli anni ’70 e Sally non la conosce? NON E’ POSSIBILE, CI STAI PRENDENDO IN GIRO!!!!!! Ha ragione Silvano, ti DEVI fiondare in un qualsiasi negozio di dischi e prenderti “The Nightfly” (ma che copertina stupenda ha quel disco?) di Donald Fagen o uno qualsiasi dei loro dischi (Can’t Buy A Thrill, Countdown To Ecstasy, Pretzel Logic, Katy Lied, The Royal Scam, Aja, Gaucho…). QUESTA NON ME LA DOVEVI FARE SALLY!!!!😉 Fabrizio. PS: Il disco degli Eels è molto bello!!!

  5. Oh my god, ok ok guys, I’ll make up for it!!!

    Allora domani alle 7pm, nei dintorni di Pimlico, dovrei avere la discografia completa, giusto francè???🙂 Così colmo questa lacuna orribile!! Però che figata quando succedono ste cose, quando si dice, with a little help from my friends…

    Il disco di Eels? Mi rendo conto che non è un capolavoro che sono sonorità che ha già esplorato, che pure l’idea del lupo non è nuova.. eppure, mi piace da morire anche a me, lo ascolto almeno una volta al giorno e ho notato che a “Lilac Breeze” corrisponde un incremento della velocità della bici del 35% netto… è proprio un bel beat!

  6. Cofaxino

    Ma quanto bello è questo pezzo, grazie Chiarina di avermeli fatti conoscere🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...