Il vangelo secondo South Park

sp-blog

South Park è la bibbia, la verità, contiene tutte le risposte che abbiamo sempre cercato. E’ l’umorismo dissacrante, scorrettissimo, illuminante. E’ il manifesto dell’America dei nostri tempi. Gli antropologi del 2309 guarderanno gli episodi di questo geniale programma per capire come la psicologia e socialità degli americani si è evoluta (o devoluta) rispetto  300 anni fa. South Park è l’unica ragione per cui accendo il televisore se non ho un dvd da guardare, il resto non esiste. L’anno scorso ha compiuto 10 anni nel corso dei quali i creatori, Matt Stone e Trey Parker, non hanno dato cenni di deterioramento. Certo, ci sono puntate migliori di altre ma tutte a loro modo fantastiche. La nuova serie inizierà domani sera (ore 21 su Comedy Central, Sky, Canale 117), ho scritto a riguardo sul Secolo XIX di oggi, questo è il lnk

Sono talmente condizionata da questo programma che giorni fa ho fatto un sogno: c’era Gesù che remava in una barca, Caronte style, era vestito con la sua tunica favorita con cui compare sempre su South Park e mentre si avvicinava al molo dove stavo io ho cominciato a gridare “Jesus!” Solo che la voce che usciva dalla mia bocca era in realtà quella di Kyle. Spesso poi, mi trovo ad esclamare “Awesome!” con la voce di Eric Cartman. Altre volte invece, camminando per strada o leggendo un giornale penso che alcuni episodi di South Park siano eventi reali, realmente successi. Da quando hanno svelato il mistero intorno a Bono Vox, con la puntata “More Crap”, sono convinta che Bono sia un enorme escremento che ha preso vita. Nell’episodio, Randy Marsh (sulla foto qui sopra mentre festeggia per la vittoria di Obama in un inedito della nuova serie) riesce a vincere il premio dell’escremento più grande mai fatto; quando Bono se ne accorge va su tutte le furie perché lui aveva il primato. Poi si scopre tutta la verità: “ecco perché nonostante Bono faccia cose anche giuste non può fare a meno di dire stronzate!” dice Stan, perché non ha mai tollerato di essere secondo a nessuno, di essere un numero due (in inglese fare un number 2 singifica fare la cacca). Ovvio che molti giochi di parole, una volta tradotti, si perdono e questo è un programma da vedere esclusivamente in lingua originale. Che dire di quella volta che hanno predetto quello che sarebbe accaduto di lì a poco a Mel Gibson? Sulla puntata “The Passion of the Jew” Stan e Kenny vanno a vedere il suo nuovo film, lo trovano uno schifo e rivogliono i soldi indietro. Così vanno in California a richiedere  16 dollari a Mel Gibson che si presenta come un  pazzo che li insulta e li insegue supplicandoli di seviziarlo. Questo su South Park, nella vita reale mesi dopo si legge sul giornale che Gibson impazzisce e comincia a insultare per strada dei tizi urlando frasi antisemite. 

Quando ho vissuto per sei mesi in Colorado, non ho potuto resistere, dovevo vedere South Park. Una parte di me sperava di incontrare Stan o sentire Eric Cartman chiamare Kyle “stupid jew” o vedere Kenny mangiare il suo stesso vomito per vincere 10 dollari dagli amici… magari se ero fortunata avrei pure visto il mio eroe Randy Marsh mentre sparava a vista sui senzatetto… oppure  semplicemente riconoscere un negozietto o qualcosa che avesse ispirato il programma ma nulla. Nella vera South Park non c’è niente solo una distesa di terra e una pseudocittadina che si chiama Fairplay ma in realtà si tratta solo di qualche casa sparpagliata qui e là in mezzo a una vasta distesa di prato. Se potete fate uno sforzo e guardatelo in lingua originale perché altrimenti non rende… Come nella puntata in cui nascondono armi di distruzione di massa nella vagina di Hilary Clinton: “the terrorists have snuck a snuke in her snizz!” 

 

 

33 commenti

Archiviato in Uncategorized

33 risposte a “Il vangelo secondo South Park

  1. E allora stasera me lo registro.

  2. ciao chiara, giungo qui da Jacopo Cossater…bello che scrivi per Rolling Stone! sono abbonato quasi dal primo numero italiano ed è quasi l’unica cosa che leggo in cartaceo…corro a recuperare i tuoi articoli in serata!
    E su south park quanto hai ragione…ho lavorato per 6 mesi al glorioso http://www.southpark.it, occupazione rispondere alle mail fingendo di essere Kenny o Stan o Cartman (quello che mi riusciva meglio direi…).
    E mi hai anche convinto a recuperare qualche DVD che ho solo le prime due serie, o al massimo me le porti da londra quanto torni in qua (e venite con Jacopo a pranzo da me a firenze, ok?

  3. ciao andrea! come hai solo le prime due serie di south park?? Belle ma le ultime sono più complesse e divertenti, più rilevanti diciamo per il sociale🙂
    Bello il sito italiano, non lo conoscevo, ti segnalo questo link, anzi lo segnalo a tutti, attraverso cui si possono vedere in streaming TUTTE le serie ed episodi, anche quelli nuovi non ancora usciti in Italia… http://www.allsp.com
    enjoy e grazie per l’invito a pranzo!

  4. di nulla chiara!
    grandioso il sito, mi hai risolto qualche nottata…;-)

  5. Pingback: X-Files-Factor « The Brixtown Massacre

  6. Pingback: Quando scrivi un post per punti etc. etc. | Enoiche Illusioni

  7. Pingback: Bono Vox in South Park « The Brixtown Massacre

  8. pigrorsomaiale

    …uhm, vista in italiano la “merdosissima” puntata e sorge un dubbio, ma… tutta la menata sul numero 2… è riconducibile al nome della band?
    …cioé U2, you two? nella versione originale si fa riferimento a questo?

  9. Pigrorsomaiale: ma il tuo nick è per caso il “MANBEARPIG” di Al Gore tradotto in italiano? Allora anche tu credi nel vangelo di South Park?
    Certo in italiano viene male perché “numero 2” non significa nulla… credo che in italiano si perda almeno il 75% della satira di SP.

    Comunque la tua osservazione è geniale! Grazie! E benvenuto…

  10. pigrorsomaiale

    …già, il riferimento è proprio quello!
    in italiano è stato tradotto come “uomorsomaiale”.
    Pigro è una mia aggiunta in riferimento proprio alla mia disposizione alle comodità… ed al doppiaggio! Trovassi almeno delle versioni con sottotitoli “ragionati”! Troppa grazia forse… ma se dovessi guardare le puntate in inglese capirei al massimo il 25% dei dialoghi quindi, facendo un calcolino, se perdo il 75% della satira ma capisco il 100% dei dialoghi… riesco comunque a farmi un’idea, anche se poi devo navigare tra i blog illuminati per recuperare quei 3/4 di riflessioni smarrite! Quindi, ti (vi) prego, continua(te) a bloggare e a diffondere il vangelo. Xenu vi guarda!

  11. Capisco caro Manbearpig… E ricordo benissimo di quando guardavo per la prima volta SP qui a Londra 8 anni fa e non ci capivo una cippa. In italiano mi piaceva ma non mi aveva colpito abbastanza. Ora mi si è aperto un mondo nuovo. Comunque la mia esperienza di vita in Colorado mi ha portato ad apprezzarlo in ogni sua sfumatura. Stai guardando la nuova serie? La scorsa settitmana c’è stata una puntata stupenda sui tipi che vanno in Harley e fanno un gran casino con le marmitte: STUPENDA! Anche perché da quelle parti è una costante!

  12. pigrorsomaiale

    direi che sono rimasto indietro… sto recuperando gli episodi della 12 stagione (li guardo in streaming sul web) ma ho visto che alcuni episodi della 13ma sono già disponibili (yuppiii)
    Ho passato la settimana scorsa chiuso in casa a causa della super nuova influenza e ho fatto decisamente una full immersion… episodio spettacolare quello in cui Cartman cerca di far sospendere la trasmissione di Family Guy perché tutti paragonano la sua comicità a quella di Peter Griffin… e trova Bart Simpson alla FOX che ha il suo stesso intento!!! autoriflessività purà…
    Eppoi… a proposito quando avrò tempo scriverò di sicuro un saggio sul ruolo dell’outsider; nessuno si è accorto che Leopold Butters Stotch e Milhouse Van Houten sono lo stesso personaggio (a parte il dettaglio che uno è il miglior amico di Bart mentre Butters non è il miglior amico di nessuno)? addirittura hanno avuto entrambi un super alter-ego (Prof. Chaos e L’uomo radioattivo…) o sbaglio?

    basta basta, mi sto infoiando troppo!

  13. Bella discussione, grazie!

    Non penso che Milhouse e Butters siano troppo simili. Il primo è proprio il classico nottolone nerd americano, Butters è molto più complesso. Molto traumatizzato dal padre gay e da due genitori oltremodo oppressivi (“Butters: you’re gorunded!”). Penso sia proprio l’archetipo di un figlio nato in quello stereotipo di famiglia. E’ vero che è diventato Prof Chaos ma nelle nuove puntate troverai altri super alter ego, come il geniale “The Coon” di Cartman, quando l’ho visto la prima volta pensavo di morire dalle risate! “coon” è il modo più redneck, offensivo e bastardo di definire un tizio di colore.

    E poi se non sbaglio Milhouse era diventato Uomo radioattivo solo per entrare nel ruolo di un film, faceva appunto l’assistente dell’uomo radioattivo.

    Quanto alla puntata “Cartoon Wars” che citi, concordo è stupenda! Capisco la rabbia degli ideatori di SP quando paragonano i due cartoni perché sono due cose molto diverse. Family Guy è molto più nonsense,per questo in Catoon Wars fanno vedere come gli episodi di family guy siano scritti da manatees (una sorta di grosse tartarughe)… per dire che sono fatte a cavolo. Geniale anche l’intervento di Al Jazeera…

  14. pigrorsomaiale

    uh, ti do ragione solo in parte…
    mi sembra che in south park tutti i personaggi abbiano una caratterizzazione più complessa e articolata e rispetto ai simpson… insomma non sempre Cartman & co. si comportano come dei bambini delle elementari, forse perché sono un veicolo abbastanza trasparente dei due autori e quindi vengono adattati di volta in volta… molto più di quanto Groenig faccia con i suoi pupilli; per questo motivo Milhouse e Butters mi sembrano molto simili, insomma hanno nei due contesti la medesima funzione, un po’ come Cartman e Nelson, Bart e Kyle, Stan e …Lisa?
    Anche Milhouse del resto proviene da un nucleo familiare problematico… anche se l’educazione che gli viene imposta non ha certo il carattere repressivo di quella degli Stotch… mi sembrano entrambi comunque dei potenziali serial killer : )

    approfitto del tuo spazio e della tua cultura nel settore per porti un altro quesito:
    nell’episodio di Imagination Land, tra i mostri mi è parso di scorgere anche Eddie, la mascotte degli Iron Maiden… confermi?

  15. Caro Pigrorso… vedo il parallelismo troppo forzato. In ogni scuola c’è un nerd e un bullo, un Milhouse e un Nelson, ma Butters è un personaggio immensamente più delineato di Milhouse, è molto più importante è uno dei protagonisti soprattutto nelle ultime serie. Nei simpson il fulcro indiscusso è la famiglia, in SP sono i ragazzini… e non si comportano mai da ragazzini delle elementari ma rappresentano “la voce” del popolo che non si fa coglionare (almeno kyle e stan).

    Gli abitanti di SP sono gli americani del Midwest, quelli ingenui influenzabili da ogni moda o pensiero corrente, i ragazzini sono quasi sempre gli unici a non cadere nelle trappole dell’ingenuità e dei luoghi comuni. Anche se spesso, per preservare il loro lato umano di bambini vengono usati anche loro come stereotipi di americani influenzabili (anche loro vogliono accaparrarsi per primi il nintendo wii, anche loro voglio vedere lo show dell’ idolo di cui tutti parlano, il film di cui tutti parlano, il musical, anche loro credono alle assurde teorie di complotto etc) ma poi arrivano alla disullusione delle aspettative e allo smascheramento della sovrastruttura che rende “la moda” attraente ai più.

    E là scatta la “morale” in genere con un accompagnamento volutamente ruffiano al pianoforte e zoom su di loro. Questo in generale, poi le cose spesso sono più complicate di così e gli abitanti di SP sono coscienti di essere in preda a facili condizionamenti ma è esattamente quello che vogliono.

    Quanto al cameo di Eddie lo trovi qui: http://www.youtube.com/watch?v=acs5cHi-gOI

    ciao!

  16. pigrorsomaiale

    uhm, mi ha quasi convinto… anche perché comunque ho notato che effettivamente il personaggio di Butters acquisisce spessore via via che le serie vanno avanti mentre Milhouse, fondamentalmente quello è e quello resta… e, osservazione ovvia, il cartone dei mostri gialli si chiama The Simpsons e non Springfield… giusto per sottolineare che, come dicevi giustamente tu, il fulcro è la famiglia e non il milieu cittadino…
    In ogni caso, grazie per avermi dato retta in questa delirante discussione. Del resto, Randy Marsh docet, forse internet non serve solo per guardare i siti pornografici… almeno non più di due volte al giorno!

  17. Randy Marsh con la maglietta di Obama è sul mio desktop da un anno: troppo bella la puntata che critica i superficialoni obama-supporters!

    Grazie a te per la discussione! io vorrei organiizzare una lecture a Berkeley su SP (e non scherzo).

    La cultura è il nuoovo internet fetish e i quotidiani sono più volgari dei porno dichiarati!🙂

  18. pigrorsomaiale

    Trovata l’ultima serie in lingua originale e trovati sottotitoli in inglese… brillante soluzione, così leggo, ascolto, e imparo…
    ma, chi è Mysterion?
    su un forum ho letto che non può essere che Stan, perché su zio Jimbo pare sia l’unico a detenere dei fuochi d’artificio (illegali in colorado dice the coon…) a South Park (vedi episodio 8 seconda stagione…)
    every town needs a hero…
    every town needs, a coon!

    • aahhahaha the Cooooooooon, genius🙂

      grande pigrorsomaiale, vedi che non sei così pigro! un giorno la lobby dei doppiatori cadrà e anche in Italia si cominceranno ad usare i sottotitoli e la gente non odierà più l’inglese come fa oggi. one day…

      Mysterion rimane un mysterion…

  19. pigrorsomaiale

    do you like fishsticks?

  20. pigrorsomaiale

    …sto scrivendo una tesi di laurea sul cinema di Tobe Hooper e giuro era da un pezzo che scandagliavo le puntate di SP per trovare il seppur minimo pretesto per inserire almeno una citazione, e oggi… ta daaaaaaaa!!! Ho visto Dead Celebrities e uno dei personaggi è nientemeno che Zelda Rubinstein alias Tangina Burroughs… fa proprio la parte della medium citando Poltergeist e addirittura le sue battute sono sottolineate dalla relativa colonna sonora di Jerry Goldsmith… non chiedevo di meglio…

    “You have a golden rectum f the gods, but the rest of us needs Chipotlaway!”

  21. Bella tesi Pigrorso! Dead Celebrities è un instant classic!

    Mentre l’altra sera ho visto una nuova puntaa un po’ deludente, bello il personaggio di Cartman e interessante l’allegoria politica ma non super spassosa come al loro solito…

  22. pigrorsomaiale

    uhm… sono un attimo perplesso;
    ho visto la puntata dei motociclisti e ho capito perfettamente il senso… ma mi rimane un dubbio:
    il termine “fag(got)” oltre ad essere un epiteto con cui apostrofare un omosessuale… ed indicare un’insieme di bastoncini(?) che straca–o significa?
    Qual’è l’associazione d’idee con un banda di rumorosi, bizzarri (maragli si dice a bologna), motociclisti?
    …e la domanda nasce spontanea, come faranno a tradurre ‘sta puntata in italiano? e quella dei fishsticks?

  23. ciao pigrorso!

    Faggot è un termine americano ORRENDO, da redneck, per descrivere omosessuali. Qui in UK chiamiamo le sigarette “fags” e quando un inglese chiede a un americano “d’you have a fag please?” Gli americani rimangono sempre perplessi! Ma in USA significa solo quello, non ci sono giochi di parole.

    Il modo in cui veniva inteso dai ragazzini di SP è come insulto generale… sai anche quando anche in Italia c’è qualche gretto figuro che chiama qualcuno “frocio” per insultarlo senza necessariamente significare che sia gay. In SP è portato all’estremo dicendo che il vero frocio non è certo l’omossesuale (quello sarebbe un insulto omofobico come dice Stan o Cartman non mi ricordo) ma in generale per dire che quei coglioni con le harley sono insostenibili. (quando vivevo in Colorado la scena di loro che devono tacere perché passano gli harleysti l’avrò vissuto 100 volte per questo l’ho trovata fantastica!) Per come ho interpretato io la puntata è che ormai lo schifoso insulto faggot si dice con troppa facilità dimenticando le sue origini e significato omofobico orrendo e redneck. Il suo utilizzo è erroneamente troppo tollerato ed accettato (tanto che viene incluso nel dizionario con l’approvazione del sindaco). Così la vedo io.

    In italiano non so come tradurranno. Forse frocio. La battuta di Kanye West con i fishsticks è intraducibile, non so come faranno ma, come spessissimo accade in italiano, non farà minimamente ridere quanto la versione originale.
    Ciao! (e grazie per aver compreso l’importanza sociopsicologicopolitica di SP!)

  24. pigrorsomaiale

    We have to find the wizard
    alien and break his spell!

    sono tornati…

    • Genius!!! Bentornato caro Manbearpig!!

      ma ti rendi conto che sono alla 14esima serie e invece di peggiorare migliorano col tempo? devo ancora vedere l’episodio tiger woods… ma continuo a vedere il mondo per le lenti di SP, è pazzesco, ogni cosa mi sembra che l’abbiano già predetta loro🙂

  25. RIVELAZIONE: Mysterion è Kenny! “I can’t die” dice dopo aver svelato il suo nome. “A volte vedo una luce, a volte il paradiso, altre l’inferno ma non muoio mai veramente. E la cosa peggiore è che nessuno si rende conto, il giorno dopo mi sveglio a casa, con gli stessi vestiti di sempre, vado a scuola e nulla è cambiato…”

    La nuova serie è fottuto capolavoro.

  26. nando (Manbearpig)

    sto vedendo in questi giorni le ultime puntate…
    Cartman pilota di Nascar strafatto di Vagisil…
    avevo le lacrime agli occhi giuro!
    si decisamente un capolavoro

    e non dimenticate: It’s a Jersey thing!

    • Oddio, anche io ho pianto dal ridere guardando quell’episodio!!!

      It’s a Jersey thing splendida pure, pensa che sono andata all’incontro con Bruce Springsteen dopo averla vista e Bruce sembrava uscito da quell’episodio (è del NJ), l’ho anche menzionato sul programma radio che ho fatto ahahhahah

      Io sto impazzendo, per me il mondo è SP!

  27. nando (Manbearpig)

    insheeption…
    ca–o è geniale!
    pensavo di essere l’unico str–o che si è annoiato in sala e ho iniziato a considerare la mia idiozia come un fenomeno sempre meno latente…
    non ci ho trovato niente di così cool e mi sentivo isolato…
    come al solito la SP terapia funziona, eccome!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...