Benicio Guevara, 4 ore di film e 40 mojito di troppo…

Qui c’è il London film Festival e mi sto facendo una seria scorpacciata di film. Ieri sera sono andata alla premier di “Che” il film su Ernesto Guevara diretto da Soderbergh. Anzi, per la precisione sono due: The Argentine e Guerilla, per un totale di 4 ore buone di film. Per questo su ogni poltrona della sala ci avevano omaggiato con: tavoletta di cioccolata fondente ipercalorica fairtrade e organica, bottiglietta di acqua (santa) e qualche anfetamina. Insomma, un film molto ambizioso, coraggioso e difficile visto che va a parlare di una delle icone più sputtanate del secolo scorso (proporrei di denunciare quelli che vanno ai concerti, non solo di Guccini, con la bandiera del Che). Nei panni di Guevara c’era un magnetico Benicio del Toro e il ruolo gli è valso pure il titolo di migliore attore al Festival di Cannes quest’anno. La regia e la fotografia erano sensazionali, mentre i ritmi dei due film erano molto diversi: il primo veloce e il secondo lento. La rivoluzione cubana non poteva che essere a ritmo serrato ma la disfatta dei guerilla e il Che in Bolivia doveva essere stanca e a rilento, dopotutto si  è  trattato di una missione impossibile e a dir poco suicida. Di critiche al film se ne potrebbero fare una marea, non spiega molte cose e la figura del martire Guevara viene santificata senza mostrare l’altra faccia della medaglia. Ma rimane un gran film, fosse solo per la regia di Sodebergh e l’interpretzione di del Toro, da vedere. Alla festa del dopo premier, al poshissimo Saint Martin’s Lane hotel, c’era Benicio, anzi, si dice Benisssio. Bello come il sole anche in tutta la sua tamarraggine (aveva un anello gigante al dito che sembrava quello di un fan dei Megadeath). Dovevo parlarci, bevo subito un mojito per rilassarmi e poi mi avvicino. No, me ne serve un altro… al terzo prendo coraggio e vado.

Me: Benicio, un ruolo importante e molto diverso da tutti i precedenti, da quanto era nell’aria questo film?

Benissssio: ciaooo, bellaaaaaaa, guardaaa, alloraaaaaaaa.

Me: Parli italiano?

Benissssio: Don’t know, I’m drinking my head off! (non lo so, sto bevendo come un imbecille)

Me: Ho capito ti stanno sulle palle i giornalisti

Benissssio: nooooo nooooo, you’re cool you’re coooool (con super-alitata mojitica)

Me: allora sto film???? da quanto ci state lavorando??

Benisssssio: 7 anni… poi si impalla e ribeve.

A quel punto arriva sparata verso di noi la produttrice (con un vestito orripilante sembrava uscita dal cast del Corvo II) anche lei ridotta benaccio, io mi faccio subito da parte perche’ tanto avevo capito che non era il verso di tirargli fuori due parole sensate. Anche lo speech che ha dato prima del film è stato molto profondo: “spero che vi piaccia e non vi addormentiate”. Vabo’, si vede che non aveva voglia e si sentiva più  nel ruolo di Doctor Gonzo che in quello di Guevara… Oh Benisssio, hasta el mojito, siempre!

5 commenti

Archiviato in Uncategorized

5 risposte a “Benicio Guevara, 4 ore di film e 40 mojito di troppo…

  1. HA ha ha… benicio del tamarro!!!!

  2. comodino

    Più mojito e meno che! (cioé, più dettagli sul bevere!)

  3. Lucia

    Per ulteriori informazioni sul film CHE o su Benicio del Toro visita http://www.beniciodeltoro.ca

  4. Pingback: To be or not to be, Gonzo « The Brixtown Massacre

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...