Banksy sbarca a New York

Son finiti i tempi in cui Banksy era l’artista sconosciuto che firmava gli angoli di Londra con i graffiti piu’ impensabili e geniali. Ora basta staccare un suo disegno dal muro per far soldi (su ebay un asta si e’ chiusa a ben £208,100); da una fama underground e’ passato a una piu’ mainstream, percio’:

1) Ho fatto bene ad ascoltare i consigli di un amico (Leo) che mi diceva di non tatuarmi un Banksy sul braccio perche’ nel giro di pochi anni sarebbe stato sputtanato.

2) mi sento privilegiata ad avere assistito alla East London adornata dalle sue visioni… passare sotto il cavalcavia di Kingsland road, anni fa, che raffigurava la ormai famosa schiera di soldati dai volti-smiley.

3) Stupore ma non troppo nel trovarmi addirittuara una sua mostra per le strade dell’East Village di New York (aperta fino al 31 ottobre, se vi capita fateci una capatina).

Non ho resistito, ho dovuto fare qualche foto al suo Village Pet Store. Solo lui poteva dar vita ai Chicken nuggets o a un wurstel che si mette sete da solo ed e’ costretto a sorseggiare acqua tutto il tempo. E chi l’ha detto che Titti e’ sempre contenta e fischiettante dentro la sua gabbia? A volte si puo’ anche rompere le palle e parecchio… o cosi’ se la immagina Banksy. Le foto non rendono abbastanza, la mostra va vista in movimento, perche’ e’ dinamica, viva, surreale e reale. Come la scimmietta, dal volto umano, davanti alla tv che guarda il Discovery Channel o la pelliccia di leopardo che dalla vetrina muove la coda ma da dentro rivela la sua vera identita’ di cappotto… Di sicuro ci pensero’ due volte prima di mangiare un bastoncino findus: sembra cosi’ felice a vederlo nuotare nella sua vaschetta. Banksy continua a mantenere l’anonimato, a imbratt-artare (imbrattare d’arte) le strade con le sue visioni… che importa se ora si puo’ permettere persino una mostra personale nella zona piu’ modaiola di Manhattan, dopottutto pare chiaro che non tutto il mainstream viene per nuocere.

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...